bdo come sbloccare la barca


Risposta 1:

La capacità di tenuta della maggior parte delle ancore dipende dall'angolo di trazione su di esse: sono molto resistenti all'essere trascinate (orizzontalmente) lungo il fondo del mare ma di solito non offrono più resistenza del loro peso morto quando vengono tirate verticalmente. Pertanto l'idea è di far uscire abbastanza ordito (fune di ancoraggio) o catena in modo che l'ancora non venga tirata su quasi verticalmente quando si desidera che tenga. Se stai usando la corda, di solito hai una catena pesante vicino all'ancora. Puoi anche abbassare un peso lungo l'ordito su un corridore. L'idea di tutto ciò è di consentire al peso dell'ordito / catena di piegarsi in una curva e portare il tiro dell'ancora più vicino all'orizzontale.

Quando si fissa un'ancora si cerca di trascinarla lungo il fondo del mare (navigando o andando in macchina a poppa) in modo che si separi nel fondo (se sabbia o fango ecc.). Una volta interrato, è più resistente alle sollecitazioni verso l'alto, più del suo peso morto.

Per sollevare l'ancora, naviga o muovi lentamente verso l'ancora (o il più vicino possibile al vento in una barca a vela - dovrai virare e potrebbe essere necessario prendere il largo a portata di mano), tenendo dentro l'ordito o la catena mentre procedi sia a mano che a forza (vuoi evitare il più possibile la possibilità di intoppi). Una volta che la catena è 'su e giù' sii pronto a far uscire il vento dalle vele (potrebbe essere poco pratico tenere le vele su una barca a vela più grande) o andare in folle se ci sono problemi, altrimenti allaccia le curvate e lasciate che la direzione della nave faccia scattare l'ancora finché l'ancora non è "a peso" (appena allentata dal fondo). (L'intera procedura varia a seconda delle dimensioni della nave, ovviamente)


Risposta 2:

Ancorare una barca è una delle abilità più importanti di cui una persona avrà bisogno per manovrare in sicurezza una barca, eppure per i principianti non è così facile capire il modo “giusto” di farlo.

West Marine ha molti tutorial sul suo sito web e nel suo catalogo di attrezzature e le illustrazioni sono un ottimo modo per far sì che le parole abbiano un significato. Ecco un link su

Come ancorare una barca in modo sicuro

Per i principianti, leggere attentamente queste istruzioni per comprendere i meccanismi di un'ancora da 40 o 50 libbre che tiene saldamente una barca da 2 tonnellate.

Tirare su un'ancora è il contrario di questa procedura. Su piccole barche a motore con ancora relativamente leggera e di dimensioni adeguate (catena e fune), di solito si può tirare su a mano. Di solito si vuole che il motore sia acceso in modo che una volta che l'ancora si sia staccata dal fondo, tirata e stivata sul ponte, la barca va alla deriva - se ci sono altre barche intorno, è meglio allontanarsi da loro il più rapidamente possibile.

Con barche più grandi, il verricello dell'ancora menzionato in altre risposte sarà l'unico modo per sollevare l'ancora, poiché la cavalcatura (corda e catena) e l'ancora saranno di dimensioni maggiori rispetto a una piccola barca - e pesa di più.

Come accennato il verricello può essere alimentato o manuale, utilizzando una leva per portare dentro la cavalcatura. Sulla nostra barca a vela azionavo il motore mentre mio marito azionava il verricello. Per togliere la maggior parte dello sforzo dal motore del verricello, farei scorrere lentamente la barca verso l'ancora mentre Peter portava la cima con il verricello: questa tecnica è molto importante quando soffia il vento con diversi nodi. L'ancora montata deve essere verticale alla prua della barca per liberarla dal fondo. Quindi è solo lento portare l'ancora sul ponte. Mentre Peter fissava l'ancora a prua, uscivo a motore lentamente dall'ancoraggio.


Risposta 3:

Tutte queste risposte vanno bene, ma trascura di menzionare la navigazione all'ancora. In questa pratica si usa lo slancio della barca a vela per "rompere" l'ancora dalla sua presa sul fondo. Ricorda che come tiene un'ancora, tende a scavare sempre più in profondità nel fondo, di solito (a meno che non sia sporca) il compito più difficile è lo sfondamento iniziale. Far inciampare l'ancora tirandola di fronte alla sua posizione impostata aiuterà, così come la forza. Quindi fai navigare lo yacht sopra l'ancora, tirando dentro la cavalcatura come fai e fissandola a bitte oa un fermacatena. Quindi continua a navigare finché l'ancora non viene liberata. A quel punto puoi girare la barca nel vento per uccidere lo slancio o semplicemente continuare ad andare mentre sollevi l'ancora. Finché lo si naviga in acque più profonde, continuerà a penzolare sotto lo scafo anche se la barca è in movimento. Non lo tirerei su se la barca avesse molto slancio perché quando libera la superficie potrebbe oscillare e scheggiare le parti superiori.

In occasioni in cui ero solitario e dovevo prendere il largo in un ancoraggio affollato con forti venti che soffiavano, rompevo l'ancora, la sollevavo a pochi metri dal fondo, quindi lentamente uscivo a motore dall'ancoraggio. Una volta in mare aperto, tornavo indietro e finivo di recuperare e riporre l'ancora. Non ha mai causato problemi a penzolare a 40 o 50 piedi sotto lo scafo. YMMV.


Risposta 4:

La potenza che tiene l'ancora nel fondale marino non è così grande, gran parte della forza di tenuta è effettivamente "esercitata" dalla catena alla quale è attaccata. Quindi basta semplicemente tirare l'ancora infilando la corda o la catena a cui è attaccata l'ancora.

Come lo fai dipende dall'attrezzatura che hai e ovviamente dal peso dell'ancora. Le barche a vela sono solitamente dotate di salpa ancora elettrico, oppure c'è un argano manuale che viene azionato da una semplice leva.

Ora, il divertimento inizia quando l'ancora è bloccata sotto una grossa roccia o un cavo sottomarino. Ci sono varie cose che puoi fare. Dal semplice "tirare più forte", al muovere la barca per un diverso angolo di traino, al tuffarsi all'ancora o, in casi estremi, al taglio della fune o della catena.


Risposta 5:

Personalmente, a mano. L'ancora è progettata per scavare nel fondo e resistere a una trazione laterale, e normalmente c'è almeno 3 volte più catena della profondità dell'acqua, in modo che l'ancora sia fissata correttamente (in un fondo morbido, comunque). Tiro delicatamente la catena e la barca inizia a muoversi in avanti. Inizialmente, sto solo spostando la mia barca che pesa 6 tonnellate, quindi tirare più forte è inutile, accelererei solo una grande massa. Quando la barca è verticalmente sopra l'ancora, tiro più forte la catena e la sollevo. La catena è attaccata a un albero un po 'più lungo delle passere, quindi c'è qualche vantaggio meccanico (cioè una semplice leva) per rompere le passere dal fondo. Questo è tutto quello che c'è da fare, fondamentalmente: con una barca più grande l'ancora sarà più pesante e avrai bisogno di un verricello, ma devi solo sollevare il peso dell'ancora, non è effettivamente attaccata al fondo. Se il fondo è sporco (es. Cavi scartati, detriti) i trematodi possono rimanere impigliati sotto qualcosa e diventa estremamente difficile sollevare l'ancora. È possibile attaccare anticipatamente una fune di sgancio all'altra estremità dell'asta che vi permetterà di tirare indietro l'ancora e liberarla se siete fortunati. Altrimenti potresti dover far scendere un sub, o abbandonare l'ancora, o usare un verricello abbastanza potente da sollevare qualunque cosa l'ancora sia intrappolata, il che sicuramente infastidirà i proprietari di un cavo sottomarino.


Risposta 6:

In generale, si desidera iniziare assicurandosi che la linea sia verticale, perché la maggior parte delle ancore sono progettate per "afferrare" il fondo con un gancio e generalmente non "afferrare" o "aggrapparsi" se ci si trova direttamente sopra.

Su una barca a vela, lascia cadere tutte le vele in modo da non essere sbattuto dal vento e fai in modo che altri marinai con i ganci siano in giro se sei vicino ad altre barche. In un motoscafo, metti la barca in folle o, meglio ancora, spegni il motore, dopo aver spostato la barca in posizione esattamente sopra l'ancora.

Tirare la linea sciolta in modo da poterla vedere andare verso il basso. Sulle imbarcazioni da diporto di dimensioni modeste, stai essenzialmente tirando la barca (non la cima dell'ancora) in modo che sia direttamente sopra l'ancora. Quindi, quando la linea è verticale e inizia a diventare più stretta, puoi utilizzare il verricello per recuperare il gioco. Se la tua ancora si è impigliata sulle rocce del fondo, vai a motore in avanti o direttamente nel modo opposto in cui hai guidato mentre stavi posizionando l'ancora.


Risposta 7:

Le ancore possono essere piccole insidie. A volte si bloccano un po '. Immagino che di solito siamo contenti che reggano, ma può essere doloroso tirarli fuori.

Spesso è utile, mancando un verricello, sfruttare la potenza delle onde. Una volta che sei salito sopra l'ancora, se è ancora riluttante, se c'è un po 'di moto ondoso nell'ancoraggio come spesso accade, tira l'ancora mentre scendi, fissala sulla bitta e lascia che la barca tirare l'ancora dal fondo del mare. Ripeti se necessario. La galleggiabilità della barca è molto più forte di te!


Risposta 8:

Nelle piccole imbarcazioni puoi tirarlo su a mano.

In barche leggermente più grandi, è possibile utilizzare un verricello alimentato manualmente.

Nelle barche più grandi fino alle navi si utilizza un verricello motorizzato di dimensioni adeguate.

Nelle piccole imbarcazioni, se l'ancora è bloccata, a volte se la si naviga proprio sopra la galleggiabilità della barca sarà sufficiente per liberare l'ancora in modo da poterla tirare su.