Secondo te, qual è la differenza tra geni buoni e cattivi?


Risposta 1:

Ciao Christian Fann, grazie per la A2A!

Da un punto di vista puramente empirico, l'unica vera differenza misurabile tra i geni "buoni" e "cattivi" è se gli individui che li hanno hanno più o meno probabilità di riprodursi rispetto a quelli che non lo fanno.

Un gene che ci fa crescere cervelli veramente grandi è sicuramente utile oggi, ma il cervello è un organo energicamente impegnativo. I nostri antichi antenati, Australopithecus, vivevano in un ambiente di frequente scarsità di cibo. In quell'ambiente, un grande cervello che consumava energia era in realtà un danno. Non importa se puoi risolvere equazioni quadratiche se non riesci a mangiare!

In un ambiente che fornisce molto cibo, un grande cervello è un vantaggio.

Un gene che ci fa ricrescere i capelli è un danno in una cultura che favorisce la pigrizia. (Non ho mai incontrato nessuno che pensi che i capelli posteriori siano sexy.) Ma in un ambiente dominato dai ghiacciai, preferirei "coccole" con qualcuno che era caldo piuttosto che qualcuno che aveva freddo.

Le branchie sono una buona caratteristica da avere, se vivi in ​​acqua, ma sono inutili in un deserto. L'abilità di arrampicarsi sugli alberi è fantastica se vivi in ​​una foresta, ma non è troppo utile in una prateria.

Un gene o un insieme di geni e il fenotipo prodotto da questi sono "buoni" o "cattivi" a seconda dell'ambiente. Un buon gene, come le strisce arancioni e nere, rende una tigre un eccellente predatore dell'apice nella giungla, ma sarebbe una pessima idea nell'Artico. Un buon gene come la pelliccia bianca rende un orso polare un eccellente predatore dell'apice nell'Artico, ma sarebbe una pessima idea nel sud-est asiatico.

L'idea di "fitness" per geni e tratti è molto più simile a un puzzle. "Questo tratto si adatta a questo ambiente?" In tal caso, la prossima generazione ne avrà molte. In caso contrario, la prossima generazione avrà pochi.

I geni non sono "buoni" o "cattivi" in alcun senso assoluto, ma solo in termini di ambiente.

Spero possa aiutare.

(Ovviamente lo capisci già. Sono grato per la tua domanda perché i tuoi follower potrebbero trarre beneficio dalla mia risposta.)


Risposta 2:

I "geni cattivi" producono problemi di salute come palatoschisi, sordità, cecità, problemi di salute mentale e così via. Questi possono essere scientificamente provati. Alcune persone affermano che i problemi sociali possono essere genetici, quindi i criminali e gli adulteri e così via sono accusati di geni cattivi.

I "buoni geni" sono meno facili da definire. Albert Einstein è stato brillante, ma ha prodotto discendenti geniali? (Suo figlio era uno schizofrenico e sua figlia era un mistero: si dice che sia nata cieca o mentalmente disabile e abbandonata all'adozione.) Leonardo Da Vinci ha prodotto una serie di artisti?

D'altra parte, abbiamo famiglie recitative in cui più di una generazione ha avuto successo. Ed Wynn aveva Keenan Wynn. Mi vengono in mente Barrymores, Fondas, Copollas e Redgraves.

Alcuni autori hanno prodotto discendenti che erano anche autori di successo. Lo scrittore / attore comico Robert Benchley ci ha regalato Peter Benchley, l'autore di JAWS.

Non sappiamo abbastanza per identificare il DNA dei talenti.


Risposta 3:

I "geni cattivi" producono problemi di salute come palatoschisi, sordità, cecità, problemi di salute mentale e così via. Questi possono essere scientificamente provati. Alcune persone affermano che i problemi sociali possono essere genetici, quindi i criminali e gli adulteri e così via sono accusati di geni cattivi.

I "buoni geni" sono meno facili da definire. Albert Einstein è stato brillante, ma ha prodotto discendenti geniali? (Suo figlio era uno schizofrenico e sua figlia era un mistero: si dice che sia nata cieca o mentalmente disabile e abbandonata all'adozione.) Leonardo Da Vinci ha prodotto una serie di artisti?

D'altra parte, abbiamo famiglie recitative in cui più di una generazione ha avuto successo. Ed Wynn aveva Keenan Wynn. Mi vengono in mente Barrymores, Fondas, Copollas e Redgraves.

Alcuni autori hanno prodotto discendenti che erano anche autori di successo. Lo scrittore / attore comico Robert Benchley ci ha regalato Peter Benchley, l'autore di JAWS.

Non sappiamo abbastanza per identificare il DNA dei talenti.